"L'unica costante e' il cambiamento" - Eraclito

Identita' di genere e orientamento sessuale: In cosa puo' aiutarmi lo psicologo?

L'mosessualità e la Disforia di genere NON sono malattie mentali, lo psicologo quindi non serve a "guarire" o "curare" comportamenti "disfunzionali" (SI RIFIUTA infatti L’APPROCCIO “CURATIVO” (in accordo con l’APA e la posizione espressa dall’OPL in data 12 maggio 2010 http://www.opl.it/media/posizioni%20OPL/Delibera123_TerapieRiparative.pdf).

E' però risaputo che vivere l'omosessualità e la disforia di genere può significare per ALCUNE persone sperimentare ansia, depressione, senso di inadeguatezza, paure delle reazioni sociali, che comportano alti livelli di stress. La psicologia parla di "minority stress"  proprio per indicare quegli alti livelli di stress, vissuti per lunghissimi periodi della vita (cronici), causati dalla stigmatizzazione, che si trovano spesso nei gruppi di "minoranza".

ORIENTAMENTO SESSUALE: OMOSESSUALITA' / LESBISMO

Nel caso dell' OMOSESSUALITA' ci sono dei momenti della vita in cui vengono sperimentate forti ansie o angosce:
il momento del coming out per esempio, è un momento carico di emozioni, positive e negative;
vivere la propria omosessualità all'oscuro da un pezzo di mondo (genitori, partner, figli, datori di lavoro, eccc..) è una situazione di alta fonte di stress;
il momento n cui emerge e si costruisce il desiderio di maternità e paternità è un altro momento importante, carico di emozioni, paure, gioie, ansie, aspettative.

In questi momenti il supporto di uno psicologo può essere importante, proprio perchè questi sono "momenti critici" della vita di ognuno. In queste situazioni può essere molto importante avere il supporto di una persona che può sostenere e accompagnare il coming out, sostenere la persona nel percorso di accettazione, riconoscimento e di conseguenza aiutarla a "stare bene" nel mondo. 

IDENTITA' DI GENERE: TRANSGENDERISMO, TRANSESSUALITA', UNIVERSO QUEER

Nel caso di un disagio legato alla IDENTITA' DI GENERE, le situazioni "critiche" sono davvero molteplici.
Non riconoscersi nel proprio corpo, sperimentare disprezzo per sè stessi, i
ndossare indumenti tipici dell'altro sesso di nascosto, fare incontri clandestini, essere confusi sulla propria identità e sul proprio futuro, nascondere questi vissuti a genitori, amici, partner, figli, compagni di classe, insegnanti, datori di lavoro (queste situazioni possono presentarsi a qualsiasi età).

Queste situazioni possono comportare vissuti di forti agosce e preoccupazioni per le persone, e possono accompagnarsi a depressione, ansia, abuso di sostanze, disturbi alimentari, fobie. L'ambiente esterno in cui si vive è percepito come fonte di grande angoscia, minaccioso, non adatto ad accogliere chi vive questi disagi.

In questo caso lo psicologo può avere diverse funzioni:

  • Sostegno psicologico per favorire l'esplorazione del proprio Sè, della propria situazione; 
  • Valutazione psicodiagnostica per verificare o meno la presenza di "Disforia di Genere", per poter poi avviare il percorso di transizione;
  • Accompagnamento nella fase di "svelamento" al mondo esterno, sostegno nel real test life
  • Colloqui di accompagnamento anche per familiari, parenti.
  • Accompagnamento pre e post operazioni chirurgiche varie
  • Incontri di gruppo con altre persone con vissuti simili

La funzione di sostegno e accompagnamento diventa quindi fondamentale per poter vivere questo importante percorso nella maniera più serena possibile; l'aggancio con l'ambiente circostante e l'incontro con gli altri sono ritenuti fondamentali per u buon equilibrio e per il proprio benessere.

Per informazioni contattare This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.; This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. o chiamare il 3482323893

 

 

 

Blue Flower

2017  Chiara Caravà P.IVA 03131100129   /vellori.it
logotype